Megabox super, Roma travolta in un'ora

La Megabox gioca una delle partite più belle della stagione, superando la capolista Acqua&Sapone Roma in poco più di un’ora di gioco. Non c’era modo migliore per prendersi la rivincita dopo la sconfitta  di mercoledì e guardare con fiducia ai play-off.

 

Nel primo set l’inizio è equilibrato, il primo mini-break è di Arciprete (7-5). Roma difende tantissimo, ma Bertaiola pareggia a muro e Pamio sorpassa (9-8). Roma morde molto in battuta, ma è un turno al servizio di Pamio a dare una prima svolta al set: 14-10, con due ace della schiacciatrice e time-out del coach ospite Cristofani. La Megabox tocca ogni pallone a muro, Kramer mantiene il +4 (18-14). Colzi allunga sul 20-15, ma un ace di Arciprete riporta a -3 Roma. Torna in battuta Pamio, e su una ricezione lunga Bertaiola sigla il 22-17, per un altro time-out di Cristofani. Un ace di Rebora riporta a -3 le ospiti, poi Bacchi mette a terra il 23-19. La pipe di Pamio guadagna cinque set-point alle tigri, chiude Colzi (5/5 nel set) 25-20.

Nel secondo set parte subito forte Pamio in battuta: break di 5-0 dopo lo 0-2 iniziale, e Roma chiama tempo. Colzi suona la carica. Un muro di Kramer su Decortes sigla l’8-4, Rebora fa lo stesso su Bacchi e Roma torna a -2. Non passa Diop, sbaglia anche Rebora e la Megabox riscappa via 11-6 (altro time-out per Cristofani). Adelusi sbaglia, la Megabox ne approfitta per fuggire 14-8. Due muri di Pamio e un’invasione portano le tigri sul 20-10, l’errore in battuta di Arciprete e quello di Adelusi in attacco chiudono il set 25-15 per la Megabox.
Nel terzo set il muro di Bacchi su Diop dà il primo mini-break alle tigri (3-1). Diop pareggia subito, Rebora sorpassa al servizio, Bacchi tira fuori la palla del 4-4. Ora Roma produce il massimo sforzo per tornare in partita. Pamio sorpassa di nuovo 9-8, l’ace di Bacchi su Arciprete sigla il +2. Pamio dà il +4 alle tigri (break di 6-0), Cristofani spende il time-out, ma Pamio non si ferma più: 14-8 (otto punti in fila per le biancoverdi). Colzi allunga sul 18-10, un’infrazione di Guiducci dà il 19-10 alle tigri. Kramer mette giù una fucilata per il 23-14, Adelusi sbaglia il servizio per il 24-15, chiude Kramer una partita pazzesca.

Così l’allenatore Fabio Bonafede al termine della partita: “Avevamo grandissima voglia di vincere e di trovare una riscossa non nei confronti di Roma, ma di noi stessi. Vittorie come questa sono importanti per il morale e l’autostima che ti dànno, ma al di là dei tre punti quello che conta di più è che la squadra continua a crescere: l’obiettivo al quale guardiamo è arrivare nelle migliori condizioni di forma ai play-off, quando ci saranno le partite che conteranno davvero. Stiamo lavorando duro per ritornare quello che eravamo prima del contagio per Covid. Cosa è cambiato rispetto a mercoledì? Abbiamo studiato qualche cambiamento, con Bertaiola appena recuperata abbiamo giocato con Colzi opposto e invertito i due posti 4. Questo evidentemente li ha sorpresi un po’, il resto lo hanno fatto le ragazze, gettando in campo tutte le energie, anche quelle che non avevano”.

 

MEGABOX VALLEFOGLIA-ACQUA&SAPONE ROMA 3-0
MEGABOX: Balboni, Pamio 24, Bertaiola 5, Colzi 12,  Bacchi 7, Kramer 8; Bresciani (L), N.e. Durante, Ricci, Stafoggia, Dapic, Costagli. All. Bonafede.

ACQUA&SAPONE: Arciprete 5, Rebora 6, Decortes 9, Papa, Cogliandro 2, Guiducci; Spirito (L), Adelusi 6, Diop 6, Purashaj, Bucci, Consoli 1. N.e.  Giugovaz. All. Cristofani.
ARBITRI: Oranelli e Somansino.
PARZIALI:  25-20 (23‘), 25-15 (20’), 25-15 (21’).

 

 

Vallefoglia, 18 aprile 2021.

Menu