Megabox sconfitta in quattro set a Sassuolo

La Megabox esce sconfitta dal PalaConsolata di Sassuolo da una Green Warriors aggressiva e determinata sin dal primo pallone. Le ragazze di Bonafede hanno strappato di forza il secondo set e condotto il terzo anche di cinque lunghezze prima di cedere nel finale. Ultimo set senza storia, con le tigri ad accusare la stanchezza delle due ore di giovedì con Marsala in Coppa Italia

Nel primo set Sassuolo partiva subito in quarta: primo time-out delle tigri sul 2-4, ma le emiliane scappavano via a suon di muri (7-2 su Costagli, 9-3 su Dapic). Antropova siglava il 15-8 e Bonafede chiamava il secondo time-out.Bacchi e Pamio riportavano sotto la Megabox (12-15), ma Sassuolo riscappava via  con Dhimitriadhi sul 20-12. L’ultimo sforzo della Megabox riportava il punteggio sul 16-20 (ace di Bacchi), era di nuovo Antropova a trascinare le compagne sino al 25-18 finale.
Sassuolo partiva meglio anche nel secondo set: subito 3-0 con due ace in fila di Spinelli. IL primo pari era a quota 5 (errore di Dihmitriadhi), ma la Green Warriors tornava di nuovo avanti (10-7, palla out di Bacchi). Era la stessa Bacchi a siglare il primo sorpasso delle tigri (17-16), Pamio allungava per il 20-17 ma Sassuolo riagganciava e si finiva testa a testa. Era decisiva Kramer, che metteva a terra tre degli ultimi quattro attacchi per il 25-23 finale.
Nel terzo set due ace in fila di Pamio davano un buon vantaggio alla Megabox: Kramer siglava il 9-5, e un suo ace dava il massimo vantaggio della partita alla squadra di Bonafede, che lo conservava sino al 16-12. Un ace di Dhimitriadhi e poi un muro su Costagli consentivano a Sassuolo di impattare (19-19), poi Antropova sorpassava e la Green Warriors scappava via 24-20. Un muro su Pamio chiudeva il set (25-22).
Il quarto parziale vedeva Sassuolo condurre sin dall’inizio, e la Megabox solo in un paio di occasioni mettere il naso avanti (5-6, ace di Pamio e 8-9 su errore di Antropova). Per il resto, le padrone di casa prendevano pian piano il largo sino a chiudere meritatamente set e incontro sul 25-17.

Così l’allenatore Fabio Bonafede al termine della partita: “Complimenti alle nostre avversarie, che hanno giocato un’ottima partita, aggredendoci sin dall’inizio. Noi abbiamo sicuramente pagato la durissima battaglia di più di due ore con Marsala, ma quello che deve farci pensare è che sia con Marsala che stasera abbiamo cominciato molto male la partita. Due indizi fanno una prova, quindi è un aspetto su cui dobbiamo lavorare”.

GREEN WARRIORS SASSUOLO – MEGABOX VALLEFOGLIA 3-1 (25-18 23-25 25-21 25-17)
GREEN WARRIORS SASSUOLO: Busolini 7, Spinello 2, Salinas 9, Civitico 15, Antropova 32, Dhimitriadhi 11, Falcone (L), Pasquino 1, Pelloni. Non entrate: Magazza, Ariss (L), Ferrari, Zojzi, Bisegna. All. Barbolini.
MEGABOX VALLEFOGLIA: Kramer 11, Balboni 3, Bacchi 12, Bertaiola 6, Costagli 9, Pamio 20, Bresciani (L), Colzi 5, Dapic 3, Durante. Non entrate: Stafoggia, Ricci. All. Bonafede.
ARBITRI: Fontini, Laghi.
NOTE – Durata set: 26′, 28′, 29′, 25′; Tot: 108′.

Sassuolo, 7 marzo 2021.

Menu