Megabox, sconfitta al tie-break

Stavolta il tie-break non porta fortuna alla Megabox, che cede in casa contro la forte Soverato dopo altre due ore di battaglia.

Primo set equilibratissimo, con buona partenza delle tigri, avanti 6-4 (attacco di Kramer) e poi 10-7 con Bacchi. Ultimo vantaggio interno sul 12-9 con Pamio, poi la battuta pungente delle calabresi inizia a mettere in difficoltà le padrone di casa. Aggancio a 12 con una ricezione lunga di Bacchi, poi sorpasso su un errore di Kramer (13-14). Il massimo vantaggio ospite arriva sul 17-14 (errore di Saccomani), la Megabox impatta a 17 con Kramer e poi a 21 con Bertaiola, decidono tutto un ace su Bacchi ed un errore in battuta di Saccomani.

Nel secondo set parte meglio Soverato: subito 4-1 con tre muri (due su Bacchi ed uno su Bertaiola, rilevata da Colzi. Due errori di Meli riportano sotto le tigri, che mettono il muso avanti sul 7-5 (attacco di Pamio). Riparbelli sorpassa su una ricezione lunga biancoverde (15-14), poi Saccomani chiude uno scambio interminabile per il 15-15. Va in battuta Colzi, e la Megabox piazza un break improvviso che la porta avanti 20-15. Soverato non molla, torna a -2 con un muro su Pamio, ma è la stessa schiacciatrice biancoverde a suonare la carica: un suo ace sigla il 23-19, Lotti ricuce fino a -2, poi ci pensano Kramer e un’infrazione ospite a chiudere il set.

Nel terzo set parte subito fortissimo la Megabox: 7-2 con due punti in fila di Bacchi. Lotti riporta subito in parità Soverato prima sul 7-7 e poi sull’11-11 (con un ace). Un ace di Meli impatta nuovamente a quota 13, un muro di Bacchi riporta sul +2 le tigri che poi scappano via 21-15 con Pamio e Colzi scatenate. Soverato torna sotto 23-20 su una ricezione lunga delle biancoverdi, ma un errore di Lotti ed un ace di Pamio regalano il set alla Megabox.
Nel quarto set conduce sempre Soverato: 9-5 su un errore di Kramer, poi allunga 15-9 con Shields. La Megabox si riavvicina a -3 su un errore dell’americana, ma le calabresi riallungano sino al 18-12 (attacco fuori di Saccomani). Ma la Megabox non molla: un turno di battuta di Durante riporta le tigri a -1 (17-18), ma il riaggancio non riesce. Nel finale, un muro di Riparbelli su Bacchi e due errori in fila di Pamio chiudono il set a favore delle ospiti.
Nel tie-break riparte forte Soverato: sul 6-2 Bonafede chiama tempo, ma Soverato raggiunge il +6 sul 9-3 e la Megabox non riesce più a recuperare. Chiude Shields sul 15-9.

 

Così il coach della Megabox Fabio Bonafede: “Soverato ha meritato la vittoria, hanno giocato una grande partita confermando di essere una squadra molto equilibrata e tignosa. Noi abbiamo invece dimostrato di essere stanche, le giocatrici che hanno tirato la carretta sin qui sono un po’ affaticate. Il punto è prezioso, comunque, e ce lo prendiamo volentieri. Nel primo set gli arbitri ci hanno svantaggiato, ed è successo anche a Talmassons. Penso che meritiamo più rispetto”.

Parola al coach del Volley Soverato Bruno Napolitano: “Comincio dai complimenti alla Megabox, è stata una partita di alto livello. Per noi si trattava della prova del nove, cercavamo continuità e tutto sommato l’abbiamo trovata perché i momenti di pausa sono stati merito delle nostre avversarie. Vallefoglia era reduce da una trasferta lunghissima e cinque set a Talmassons, e forse hanno pagato un po’ in campo in termini di fatica”.

 

MEGABOX VALLEFOGLIA-VOLLEY SOVERATO 2-3
MEGABOX: Balboni 1, Bacchi 11, Bertaiola 2, Saccomani 14, Pamio 23, Kramer 17;  Bresciani (L), Colzi 11, Durante, Costagli 1, Stafoggia. N.e.  Ricci. All. Bonafede.
SOVERATO: Lotti 13, Meli 18, Bortoli 6, Mason 16, Riparbelli 12, Shields 16; Barbagallo (L), Piacentini 2, Ferrario, Bianchini, Salimbeni. N.e. Cipriani, Nardelli. All. Napolitano.

ARBITRI: Mattei e Oranelli.

PARZIALI: 23-25 (25‘), 25-21 (25’), 25-20 (25’), 20-25 (26’), 9-15 (15’).

 

Vallefoglia, 15 novembre 2020

Menu