Megabox, prima sconfitta interna con Macerata

Altra battaglia casalinga per la Megabox, ma stavolta a vincere in quattro set è la CBF Balducci Macerata, bravissima ad approfittare dei passaggi a vuoto delle tigri, due volta avanti 21-18 nel terzo e quarto set e incapaci di chiudere a proprio favore la partita.

Primo set equilibrato come previsto, Macerata allunga sul 7-5 grazie a due errori di Bacchi e Pamio, ma poi è la stessa Pamio a suonare la carica con due ace in fila. La Megabox allunga progressivamente, Bacchi e Costagli confezionano il massimo vantaggio sul 17-11, ma la CBF non si arrende. Pomili riporta a -1 le sue compagne (18-19), ma un cruciale muro di Kramer ferma la rimonta e rilancia la Megabox. Il turno di servizio di Pamio chiude praticamente il set, scavando il break decisivo sul 23-18. Chiudono un attacco di Bacchi e un errore della CBF (25-19).
Il secondo set è un monologo delle ospiti, subito avanti 6-2 con una scatenata Lipska. Bonafede spende ben presto i suoi due timeout, inserisce Saccomani e Colzi per Costagli e Bertaiola. La Megabox finisce sotto 16-7, poi recupera parte dello svantaggio tornando a -5 (12-17) dopo un paio di scambi spettacolari. Un turno di battuta di Mancini ristabilisce il +9 (21-12), la palla del set la mette a terra Giubilato (17-25).
Nel terzo set parte meglio la Megabox, ma il set resta equilibrato. Le padrone di casa provano a scappare via a metà parziale, allungando più volte. Un muro di Bertaiola vale il 16-13, un attacco di Kramer il 21-18. Ma quando il set sembra indirizzato a favore delle biancoverdi, Macerata ritrova muro e difesa e con Pomili e Lipska trova un break decisivo di 7-1 che vale il set (25-22).
Nel quarto set l’andamento è simile: Megabox a scappare via subito (7-2),conservando il + 5 sino al 16-11 (ennesimo muro di Bertaiola, alla fine saranno 9). Un errore di Giubilato porta il punteggio sul 21-18, come nel set precedente. Anche stavolta, la CBF rimonta e impatta, annulla tre set point alle biancoverdi e chiude al secondo match-point sul 28-26.

Così il coach della Megabox Fabio Bonafede: “È stata la partita che ci aspettavamo: avevo avvertito le ragazze della difficoltà dell’incontro, ma la squadra non ha mostrato l’approccio giusto alla partita e di questo mi prendo tutta la responsbilità. Avrei detto le stesse cose anche se avessimo vinto 3-1: non abbiamo giocato una buona pallavolo, abbiamo sbaglia to troppo, commettendo errori che non ci stanno a questo livello. Non abbiamo messo in campo la giusta aggressività, in difesa è caduto di tutto.Non abbiamo dimostrato la maturità richiesta”.

Parola al coach della CBF Macerata, Luca Paniconi: “Ci abbiamo creduto fino in fondo, anche se abbiamo iniziato in maniera un po’ timida. Abbiamo trovato via via la convinzione in noi stessi, ci stiamo ritrovando pian piano dopo tutte le vicissitudini che abbiamo passato in queste settimane. Questo deve essere un punto di partenza per ritrovare fiducia in noi e nelle nostre possibilità. Abbiamo lavorato molto su servizio e scelte a muro, il resto lo ha fatto la nostra determinazione in difesa”.

 

MEGABOX VALLEFOGLIA-CBF BALDUCCI 1-3
MEGABOX: Balboni , Bacchi 13, Bertaiola 11, Costagli 3, Pamio 19, Kramer 15;  Bresciani (L), Colzi, Saccomani 5, Durante. N.e. Stafoggia, Ricci. All. Bonafede.
CBF BALDUCCI: Rita 10, Lipska 24, Giubilato 7, Mancini 13, Lancellotti 1, Pomili 21; Bisconti (L), Pirro, Peretti. N.e. Martinelli, Renieri, Maruotti. All. Paniconi.

ARBITRI: Licchelli e Fontini.

PARZIALI: 25-19 (23‘), 16-25 (23’), 22-25 (28’), 26-28 (29’).

 

Vallefoglia, 1 novembre 2020.

Menu