Megabox Ond. Del Savio Vallefoglia – Prosecco DOC Conegliano 0 - 3

MEGABOX ONDULATI DEL SAVIO VALLEFOGLIA:Hancock 3, Kosheleva 9, Mancini 2, Piani 1 D’Odorico 6, Aleksic6, Sirressi (L), Lutz 9, Carraro ne, Papa ne, Martinelli, Barbero, Berti ne. All.: Mafrici.

PROSECCO DOC CONEGLIANO: Wolosz ,  Plummer 14, Squarcini 7, Haak 13, Robinson 10, Lubian 11, De Gennaro L, De Kruijf ne, Gennari , Gray , Pericati (L), Furlan ne, Coba ne, Bardaro ne. All: Saltarelli.

Arbitri: Papdopol Mioara, Armandola.

Parziali: 13 – 25 (23’); 18 – 25 (24’); 25 – 27 (33).

Spettatori: 754.

MVP: Wolosz.

CRONACA

L’Imoco Conegliano intasca tre punti importanti contro la Megabox Vallefoglia: il punteggio finale è 3-0 per le pantere venete, che non dice tutto sulla partita che, almeno nel terzo set, ha visto le tigri giocare alla pari con le avversarie, che si portano a casa anche il titolo di MVP con la regista Wolosz.

Nel primo set la formazione ospite, Conegliano parte con la massima determinazione, con l’evidente obiettivo di non lasciare margini a Vallefoglia, che mette nel sestetto di partenza ‘Ace Machine’ Hancock, l’ultima ad aggregarsi al gruppo ma anche con soli due allenamenti al completo con le nuove compagne di squadra. Le pantere, costantemente avanti, vincono il primo set senza particolari difficoltà.

Secondo set con un cambio nelle file della Megabox: fuori Piani, che accusa un risentimento muscolare e non rientrerà più in campo, per lasciar posto a Merete Lutz, che a fine partita sarà la migliore realizzatrice delle pesaresi insieme a Kosheleva (9 punti). Saltarelli non tocca nulla, anche se in campo c’è maggiore equilibrio. Conegliano è sempre saldamente avanti, soffre un po’ di più a muro, ma chiude con un margine di sicurezza il set, trovando risposte assolutamente positive da Haak, che non fa rimpiangere la partenza di Egonu.

La Megabox impiega due set per ritrovare se stessa e Hancock si fa sentire, in regia e in battura. È proprio il servizio a fare la differenza: da una e dall’altra parte. Le padrone di casa raggiungono il massimo vantaggio sul 16-10, guadagnando precisione in ricezione e trovando in Lutz un punto di riferimento solido. Wolosz, in cabina di regia, fa viaggiare la palla a velocità incredibile e si arriva al 19–19: da lì alla fine è un lungo ed entusiasmante punto a punto, chiuso da Conegliano 25-27.

A fine gara, Sofia D’Odorico è rammaricata: “Nel terzo set potevamo vincere e allungare l’incontro, ma non siamo state sufficientemente decise a chiuderlo a nostro favore. Ci stiamo allenando tanto e sono sicura che la nostra crescita proseguirà, partita dopo partita”. Per la MVP Wolosz “non è stato tutto così facile – spiega: sapevamo che la loro determinazione di Vallefoglia ci avrebbe messo in difficoltà e così è stato”.

 

 

 

 

Per maggiori informazioni

Novella Ferri

mail: ufficiostampa@megaboxvolley.it

mob.: +39.338.8237612

Menu