“Lavoro molto per essere una best blocker”

In un campionato dove le giocatrici straniere hanno un peso significativo, e in alcuni casi determinante, per i successi delle proprie squadre Giulia Mancini rappresenta una piacevole e non inattesa sorpresa. È seconda, dopo 4 giornate, nella classifica delle top blockers: 12 muri vincenti messi a segno finora, uno in meno di Lohuis (Casalmaggiore) e lo stesso numero di Sylves (Firenze), alle quali la 24enne centrale della Megabox Volley rende, rispettivamente 7 e 13 centimetri, che in questo fondamentale contano molto. “Per me è una grandissima soddisfazione – dice Giulia -: lavoro molto in palestra e aver raggiunto questo risultato, sia pure parziale perché siamo alla quarta giornata, mi rende molto felice e soddisfatta”.

Gli otto muri-punto contro Pinerolo (13 quelli complessivamente messi a segno dalle Tigri, ndr.) sono stati come delle frustate al morale della squadra e due-tre in particolare sono serviti a tenere lontane le Pinelle, che dopo aver agguantato l’1-1 speravano di poter mettere la freccia. Non è stato così. La centrale di Aprilia, però, divide il suo score personale e il successo con la squadra: “Quella di mercoledì è stata una prestazione positiva da parte di tutte – sottolinea convinta -. Abbiamo reagito bene come gruppo, sia al passo falso con Conegliano, sia a quel secondo set vinto da Pinerolo, che sembrava poter riaprire la partita. Invece non ci siamo perse, abbiamo lavorato bene e credo che questa sia l’unica strada per migliorarci ancora di più”.

Tra le priorità, ovviamente, c’è quella di “trovare il giusto feeling anche con Hancock, visto che è con noi da pochi giorni e soprattutto non abbiamo fatto molti allenamenti insieme. Praticamente impariamo a conoscerci in partita”. Mancini è molto severa con se stessa e quando parla di lavoro si mette in prima fila: “Su cosa devo migliorare? Principalmente in battuta e attacco”.

In attacco, dove comincia a farsi sentire anche Aleksić (10 punti mercoledì sera, ndr.): “Maja è una giocatrice molto forte in diversi fondamentali – racconta Giulia -, il suo inserimento procede bene:è una ragazza solare e gentile”. E con un braccio che, partita dopo partita, diventa sempre più pesante. Una buona notizia in vista della sfida di domenica con Busto Arsizio: “Ci sarà bisogno di scendere in campo determinate e con la voglia di portare a casa la partita, visto che per noi è molto, molto importante”.

Giulia Mancini è al suo secondo anno con le Tigri: “A Vallefoglia mi trovo molto bene – dice sorridendo -: la società è molto disponibile e familiare, sono felice di essere qui”.

Per maggiori informazioni

M. Novella Ferri

mail: ufficiostampa@megaboxvolley.it

mob.: +39.338.8237612

Menu