Parla la centrale della Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia

“Quella con Macerata la mia miglior partita? Forse. Ma piuttosto direi che abbiamo giocato bene come una squadra, abbiamo fatto tutto ciò che avevamo preparato e siamo felici e soddisfatte per itre punti che abbiamo conquistato e che ci rilanciano in classifica”. Maja Aleksić sorride e allontana da sé ogni forma di protagonismo: il successo nel derby, per nulla scontato, ha portato il sereno in casa Megabox. Nell’ultima giornata del girono di ritorno, le Tigri tornano a vedere l’ottavo posto della classifica, utile per star dentro la griglia dei playoff.

La classifica sta prendendo forma e i valori in campo si stanno lentamente stabilizzando: “Tutte le giocatrici che hanno partecipato ai Mondiali sono arrivate tardi nei club – dice la centrale serba -, quindi credo sia necessario aver bisogno di più tempo per star bene in squadra e certamente la seconda fase del campionato sarà differente rispetto al girone di andata”. Saranno 13 partite diverse anche per Vallefoglia, che dopo aver rescisso il contratto di Melissa Martinelli, mercoledì scorso ha scelto di liberare anche  Giulia Carraro e Merete Lutz. La società sta lavorando a sostituire le tre uscite con altrettanti ingressi: “Comunque sia – spiega Aleksić – mi piacerebbe che nella seconda fase le partite per Vallefoglia siano differenti. Non credo che ci sia mancato qualcosa finora, semplicemente non abbiamo giocato bene, come talvolta accade, quindi lavoreremo assieme, staremo assieme e faremo del nostro meglio per essere migliori”.

La Megabox divide l’ottavo posto con Busto Arsizio e Cuneo, che la squadra di Mafrici si troverà ad affrontare in trasferta alla ripresa del campionato, domenica 8 gennaio (diretta tv su Sky Sport Arena e wolleyballworld.tv alle ore 19.30). “Il campionato è lungo, abbiamo davanti altre 13 partite – sottolinea la giocatrice serba -, quindi non dirò mai che prendere parte ai playoff per noi possa essere un sogno. La cosa più importante per noi è giocare ogni giorno con motivazione e concentrazione, senza pensare alla classifica finale, ma piuttosto solo al prossimo incontro”.

Guai, dunque, a parlarle oggi di nazionale, con la quale ha vinto i Mondiali del 2018 in Giappone e dello scorso autunno tra Paesi Bassi e Polonia, un titolo europeo nel 2019, una VNL in estate e un bronzo ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Già, alle porte c’è Parigi 2024: “Non ci sto proprio pensando, Parigi è lontana. Sono qui in Italia a giocare per la Megabox e penso solo a questo. Sto migliorando ogni giorno, per star bene in squadra e dare il mio contributo”, taglia corto.

 

Per maggiori informazioni

Novella Ferri

mail: ufficiostampa@megaboxvolley.it

mob.: +39.338.8237612  

Menu