Tempo di conferme: ecco Chiara Costagli

Alla Megabox Vallefoglia è ora tempo di conferme: si comincia da Chiara Costagli, opposto empolese classe 1998, 1.88.

”Sono molto contenta di tornare in questa grande famiglia” dice Chiara. “Sono molto onorata di essere stata riconfermata, e di aver trovato quello che cercavo da tempo: un progetto serio e ambizioso, guidato da gente in gamba. Ho grande stima del coach Fabio Bonafede, mi ha dato grande fiducia e mi ha fatto crescere tanto attraverso il lavoro in palestra. Non vedo l’ora che ricominci la prossima stagione, quella precedente si è conclusa bruscamente proprio sul più bello, quando eravamo lanciatissime e sentivamo la promozione vicina. Mi sono mantenuta attiva, lavoro in palestra in stretto contatto con il preparatore atletico della società, che mi ha mandato la scheda di lavoro personale. Sarà un’emozione unica tornare a Montecchio, e in aggiunta giocare in A2!”.

Così Fabio Bonafede, coach della Megabox: “Chiara si è meritata la riconferma, sin dal mese di aprile le avevo detto che l’avrei rivoluta con noi, ed eccoci qua. Molti penseranno che per la A2 è una scelta azzardata, ma io invece credo molto in lei. Sta vivendo una situazione particolare: ha qualità e potenzialità enormi, sia tecniche che umane, ma non ha vissuto un percorso giovanile abbastanza qualificante: è come se questo percorso lo stesse completando qui a Vallefoglia, con noi. L’anno scorso ha avuto alti e bassi, come è naturale per una ragazza della sua età. Quest’anno la aspetta un anno durissimo, dove dovrà lavorare tanto in palestra e, con ogni probabilità, troverà pochissimo spazio in campo. Ma questo è naturale: il salto di categoria, tra B1 e A2, è grandissimo, ma sono certo che, in uno-due anni potrà diventare un’atleta capace di dire la sua anche a questo livello. Chiedo a tutti di lasciare a Chiara i suoi tempi di crescita, senza metterle pressione: ha bisogno di tranquillità, umiltà e tanto lavoro. L’anno scorso ha avviato un percorso che va completato senza fretta”.

Pesaro, 15 giugno 2020.

Menu